AGB

Condizioni commerciali generali di Wiedemann GmbH
Validità dal 01/02/2019

1. Ambito generale di applicazione
a) Le nostre condizioni di vendita e consegna hanno prevalenza esclusiva. L’Azienda non accetta condizioni contrastanti o discordanti dalle proprie condizioni di vendita e consegna, salvo che non siano state approvate espressamente in forma scritta. Le condizioni di vendita e consegna trovano applicazione anche quando la consegna della merce viene effettuata pur essendo a conoscenza dell’esistenza di condizioni contrastanti o discordanti dell’acquirente.
b) Le condizioni di vendita e consegna si applicheranno anche a tutti gli affari che si potranno intrattenere in futuro con l’acquirente.

2. Stipula del contratto
a) Qualora l’ordine sia da considerarsi alla stregua di offerta ai sensi del § 145 BGB (Bürgerliches Gesetzbuch, Codice Civile), l’Azienda è in grado di accettare detta offerta entro 14 giorni, fornendone conferma ai sensi del punto b).
b) Il contratto d’acquisto si considera perfezionato solo previa conferma scritta della commessa da parte dell’Azienda. Ulteriore conferma della commessa è data dalla fattura emessa dall’Azienda, nel caso di eventuale assenza di una precedente conferma scritta della commessa.
c) Qualora una commessa venga stornata fino a 4 settimane prima dall’inizio della produzione, è previsto l’addebito del 25% dei costi associati alla commessa, che andrà a coprire le spese di cancellazione. Se lo storno è richiesto nel corso delle 4 settimane precedenti l’inizio della produzione, è previsto l’addebito del 50% dei costi di cancellazione, che andrà a coprire le spese generate. A produzione avviata non è più possibile stornare le commesse.

3. Offerte e prezzi
a) Le offerte dell’Azienda, incluse quelle presentate dai rispettivi rappresentanti e collaboratori esterni, non hanno carattere né impegnativo né vincolante, ad eccezione che nel caso individuale non venga concordato altrimenti in forma scritta. Qualora all’atto della stipula del contratto non siano stati concordati i prezzi, sarà applicato il listino prezzi in vigore nella data della consegna. Tutti i prezzi s’intendono al netto dell’IVA rispettivamente prevista dalla legge.
b) I documenti relativi all’offerta dell’Azienda quali immagini, disegni, pesi e misure, devono essere
considerati esclusivamente approssimativi. Non sono rappresentativi di alcuna caratteristica concordata o di garanzia riconosciuta.
c) L’Azienda si riserva i diritti di proprietà e i diritti d’autore su preventivi, disegni, pRossootipi e altri documenti. È vietato l’accesso ai medesimi da parte di terzi. Qualora un contratto non venga perfezionato, l’acquirente è tenuto a restituirli tempestivamente a proprio carico.
d) I prezzi applicati s’intendono sostanzialmente franco fabbrica, esclusi dazi doganali, spese accessorie di importazione e al netto dell’IVA prevista dalla legge.
e) Qualora si effettui una consegna non prima di 4 mesi dalla stipula del contratto, l’Azienda si riserva il diritto, previa comunicazione all’acquirente, di applicare una maggiorazione del prezzo corrispondente nel caso in cui i prezzi d’acquisto sostenuti dall’Azienda siano aumentati o se la fabbricazione o la distribuzione risultino più costose a causa di circostanze non ascrivibili all’Azienda.
f) Per quanto concerne la consegna di colori particolari e dimensioni e imballaggi speciali, viene calcolato un sovrapprezzo pari ad almeno il 10%.

4. Consegna, costi di consegna, ritardo di consegna o di accettazione, trapasso del rischio
a) La data e/o i termini di consegna si considerano vincolanti per l’Azienda soltanto se confermati per iscritto dalla medesima, se sono disponibili le approvazioni e/o i documenti necessari, e se tutte le questioni tecniche sono state risolte. In caso contrario, occorrerà stabilire una proroga commisurata alle esigenze. La data di consegna si considera rispettata se, entro la sua scadenza, l’articolo in consegna ha lasciato il magazzino o se la disponibilità dello stesso è stata comunicata all’acquirente. Non è possibile concordare la vendita con consegna a giorno fisso.
b) In caso di violazione delle condizioni di pagamento o se, dopo la stipula del contratto, l’Azienda viene a sapere che il proprio diritto al pagamento è a rischio a causa di una scarsa solvibilità dell’acquirente, l’Azienda si riserva il diritto di effettuare le consegne e prestare i servizi ancora inevasi soltanto previo pagamento anticipato o su presentazione di garanzia.
c) Eventi causati da forza maggiore consentono all’Azienda di posticipare la consegna per la durata dell’impedimento e per un lasso di tempo commisurato oppure, di revocarla in parte o del tutto alla luce del mancato adempimento contrattuale. Si considerano cause di forza maggiore: sciopero, serrata, carenza di materie prime o altre condizioni imprevedibili e al tempo stesso inevitabili, in grado di impedire all’Azienda la consegna puntuale nonostante ogni ragionevole sforzo. L’Azienda è tenuta a fornire la prova di tali condizioni.
d) Qualora l’Azienda abbia concordato per iscritto con l’acquirente la consegna esclusivamente su chiamata di quest’ultimo, l’acquirente è tenuto a richiedere tutta la merce entro 6 mesi dalla stipula del contratto.
e) Se l’acquirente ritarda l’accettazione della merce o viola con colpa eventuali altri obblighi concomitanti, ad esempio l’obbligo di richiesta della merce di cui al punto d), l’Azienda ha il diritto di esigere il risarcimento del danno subito, incluse eventuali spese supplementari. In tal caso l’esigibilità della richiesta del prezzo d’acquisto decorre dalla data della comunicazione della disponibilità della spedizione. Rimangono immutate le rivendicazioni di portata più ampia.
f) Se sussistono i presupposti di cui al punto e) il rischio del decadimento o di un deterioramento eventuali della cosa acquistata si trasferisce all’acquirente nel momento in cui questi ritarda l’accettazione della merce o diventa moroso.
g) Il rischio si trasferisce all’ordinante al più tardi all’atto della consegna della merce allo spedizioniere o al corriere e, nello specifico, anche quando il trasporto viene effettuato da impiegati dell’Azienda o si effettua con consegne parziali, anche qualora sia stata concordata una consegna in porto franco.
h) Sono ammesse consegne parziali, purché il destinatario le ritenga accettabili. L’Azienda si riserva il diritto di stornare parzialmente o interamente un ordine, qualora i prodotti in oggetto non siano più disponibili.
i) Per rivenditori al dettaglio c`e`un minimo d`ordine di netto 120,00€ per rivenditori al ingrosso di netto 300,00€ per spedizione Per ordini di valore inferiore al minimo indicato viene calcolato un supplemento per quantità minima dell’importo di 10,00€.
j) Per ordini nazionali oltre 700,00€ netto vengono spediti in porto franco,sotto questo importo viene calcolato il costo definitivo. A partire da 4 pallet verrà aggiunto un supplemento di 25 € per pallet per uso sponda idraulica.
k) Per spedizioni all’estero, la consegna è gratuita fino al confine tedesco. I costi di spedizione dal confine fino al destinatario sono a carico dell’ cliente. In alternativa, vengono messe in conto le spese effettive di consegna.
l) Per consegne in Austria a Italia partire da un valore netto della merce di 700,00€, è possibile accreditare un forfait pari al 6 % del valore dell’ordine. Per valori d’ordine inferiori a 700,00€, vengono messe in conto le spese di consegna effettive. Per uso sponda idraulica chiediamo 25,00€.
m) Tutte le indicazioni relative ai prezzi di consegna citati s’intendono al netto dell’IVA rispettivamente prevista dalla legge.
n) Per le consegne all’estero, può essere applicato in ogni momento il pagamento anticipato del 100%.
o) Tutte le consegne più i pedaggi legali.

5. Pagamento e ritardo di pagamento
a) I pagamenti devono essere effettuati entro 30 giorni netto senza deduzioni, rispettivamente come indicato in fattura, a condizione che accordi scritti non indichino altrimenti.
b) Qualora l‘acquirente inoltri un ordine di addebito diretto SEPA, la riscossione tramite addebito avverrà entro 10 giorni dalla data della fattura, con una detrazione del 3% di sconto su tutti gli importi da scontare. Il termine per il preavviso (pre-notification) viene ridotto a 5 giorni. L‘acquirente garantisce di provvedere affinché il conto sia coperto. Le spese derivanti dal mancato pagamento o dallo storno dell‘addebito saranno a carico dell‘acquirente nel caso in cui il mancato pagamento o lo storno non siano imputabili a noi.
c) Trascorsa la data fissata per il pagamento, l’Azienda ha il diritto di imputare interessi di mora pari
al 6% sulla percentuale di interesse base della Banca Federale Tedesca, oppure i costi effettivamente generati, se sono maggiori. Sconti o bonus eventualmente concessi vengono a decadere nel momento in cui scatta il ritardo di pagamento.
d) Se l’acquirente ritarda il pagamento di una fattura o qualora sia messa in dubbio la solvibilità del
medesimo e/o se ne prenda atto, l’Azienda ha il diritto di richiedere il pagamento immediato di tutte le fatture insolute e revocare i termini di pagamento disposti.
e) In caso di apertura di credito, tutte le spese e i costi sono a carico dell’acquirente, ad eccezione degli oneri per il regolamento imputati dalle banche tedesche.
f) L’acquirente ha facoltà di provvedere a compensazione soltanto sulla base di diritti incontestati o legalmente accertati. Nello stesso ambito sono parimenti esclusi il diritto al rifiuto della prestazione e il diritto alla ritenzione. La compensazione mediante altre forme di credito, di cui siano state accertate l’incontestabilità e la legalità, è accettabile soltanto previa autorizzazione dell’Azienda.
g) Qualora l’acquirente non accetti la merce ordinata, l’Azienda ha il diritto di imputare le spese di storno di cui al punto 2.c). (L’acquirente ha la possibilità di dimostrare che il danno generato per l’Azienda è inferiore all’importo forfettario o che non è stato generato affatto.)
h) Le consegne sono coperte da assicurazione creditizia della merce. L’Azienda ha il diritto, nel corso dello svolgimento dell’operazione commerciale, di comunicare all’assicuratore i dati di pertinenza del credito ed effettuare consegne che rientrino nell’ambito della somma assicurata presa in carico. Il credito viene girato all’incasso al più tardi 90 giorni dalla scadenza di un pagamento. All’assicuratore vengono comunicate anche le date previste per gli incassi.

6. Riserva di proprietà
a) La merce consegnata rimane proprietà dell’Azienda fino al totale pagamento di tutti i crediti che essa esige o che potrà esigere nei confronti dell’acquirente, a fronte della relazione commerciale in essere.
b) L’acquirente si impegna a trattare con cura la merce soggetta a tale riserva di proprietà e ad assicurarla al nuovo, a proprie spese, in misura idonea contro danni causati da fuoco, acqua e furto.
c) In caso di pignoramento o altri interventi di terzi, l’acquirente è tenuto a fornire all’Azienda immediata comunicazione scritta, tale da consentire alla stessa di intraprendere l’azione legale ai sensi del § 771 ZPO (Zivilprozeßordnung, Codice di Procedura Civile). Qualora la terza parte in oggetto non sia in condizione di riconoscere all’Azienda le spese legali e stragiudiziali ai sensi del § 771 ZPO, l’acquirente si impegna a coprire lo scoperto generato per la medesima.
d) L’acquirente ha il diritto di vendere a sua volta la cosa acquistata nel corso del regolare svolgimento degli affari. Il medesimo acquirente cede tuttavia all’Azienda nell’immediato tutti i crediti nella misura pari all’importo finale della fattura (inclusa l’IVA rispettivamente prevista dalla legge) esigibili nei confronti dei suoi clienti o di terzi come conseguenza della vendita successiva e, in particolare, indipendentemente dal fatto che la cosa acquistata sia stata ulteriormente venduta senza elaborazione o dopo eventuale elaborazione. L’acquirente è autorizzato al riscatto di detto credito anche successivamente alla cessione. Tali disposizioni non influiscono sulla facoltà dell’Azienda di riscattare direttamente il credito in oggetto. L’Azienda si impegna tuttavia a non riscattare il credito se l’acquirente assolve ai propri obblighi di pagamento, se non incorre in ritardi di pagamento e, in particolare, se non viene aperto alcun procedimento per insolvenza o se non sussiste alcuna sospensione dei pagamenti. In tal caso l’Azienda può chiedere che l’acquirente segnali i crediti ceduti e i rispettivi debitori, che fornisca tutti i dati necessari per il riscatto e i documenti pertinenti, e che comunichi ai debitori (terzi) la cessione del debito.
e) L’elaborazione o la trasformazione della cosa acquistata da parte dell’acquirente viene sempre eseguita per l’Azienda. Se la cosa acquistata viene elaborata con oggetti diversi, non appartenenti all’Azienda, quest’ultima rivendicherà la comproprietà sull’oggetto nuovo ottenuto in ragione del valore della cosa acquistata (importo fatturato inclusa l’IVA rispettivamente vigente) rispetto agli altri oggetti elaborati al momento dell’elaborazione. Per quanto concerne l’oggetto ottenuto mediante elaborazione, generalmente valgono le stesse disposizioni relative alla cosa acquistata consegnata con riserva.
f) In caso di commistione della cosa acquistata con oggetti diversi, non appartenenti all’Azienda,
quest’ultima rivendicherà la comproprietà sull’oggetto nuovo ottenuto in ragione del valore della cosa acquistata (importo fatturato inclusa l’IVA rispettivamente vigente) rispetto agli altri oggetti aggiunti al momento della commistione. Se la commistione avviene in modo che l’oggetto dell’acquirente debba essere considerato alla stregua di oggetto principale, si concorda che l’acquirente è tenuto a trasferire all’Azienda una quota di comproprietà. L’acquirente ha in custodia per l’Azienda la proprietà esclusiva così generata o la comproprietà.
g) L’Azienda si impegna a svincolare le garanzie attribuibili su richiesta dell’acquirente, nella misura
in cui il valore realizzabile delle garanzie dell’Azienda superi di oltre il 10% i crediti che devono essere garantiti; l’Azienda ha facoltà di scegliere le garanzie da svincolare.

7. Scambio, ricorso per vizio della cosa
a) Gli articoli standard possono essere sostituiti entro 10 giorni lavorativi dal ricevimento, a condizione che non siano stati utilizzati e siano privi di difetti, che l’intenzione di effettuare la sostituzione sia stata comunicata all’Azienda per iscritto e motivata, e che non sussista alcuna ragione che impedisca all’Azienda di accettare il reso. A fronte del reso di merce integra, viene riconosciuto all’acquirente il prezzo d’acquisto, dal quale saranno dedotte le spese di spedizione generate e il 15% del prezzo d’acquisto netto, a titolo di commissione di lavorazione. Il trasporto per restituzione è a carico e a rischio dell’acquirente. La sostituzione non si applica a realizzazioni speciali.
b) Il ricorso per vizio della cosa viene preso in considerazione esclusivamente se comunicato per iscritto tempestivamente e non oltre 8 giorni dal ricevimento della merce. In tal senso è necessario indicare tipo ed entità di suddetto vizio, insieme al numero di fattura. In presenza di ricorsi per vizio della cosa fondati, l’Azienda ha il solo obbligo di provvedere alla consegna di merce integra contestualmente alla restituzione della merce per la quale è stato effettuato il reclamo. Si escludono il diritto a indennizzo di eventuali danni o al recesso dal contratto. La spedizione di resi è consentita esclusivamente previa autorizzazione scritta dell’Azienda.

8. Responsabilità
a) Le rivendicazioni per vizio dell’acquirente presuppongono che questi abbia adempiuto agli obblighi di verifica e ricorso dovuti ai sensi di § 377 HGB. Ciò vale soltanto quando l’attività dell’acquirente consiste in una transazione commerciale.
b) Se sussiste un vizio oggettivo della merce, l’Azienda può scegliere tra l’eliminazione del vizio o la
consegna di un articolo integro (adempimento successivo). Qualora una delle due modalità previste per detto adempimento successivo risultasse impraticabile o eccessiva, l’Azienda ha il diritto di negarla. L’Azienda ha altresì la facoltà di negare tale adempimento successivo se l’acquirente non assolve all’obbligo di pagamento nei confronti della stessa per l’entità corrispondente all’articolo integro.
c) Qualora il successivo adempimento fosse impraticabile o se non dovesse andare a buon fine,
l’acquirente ha il diritto di scegliere tra una riduzione di prezzo o la recessione dal contratto in modo conforme alle disposizioni di legge.
d) A condizione che, ai sensi del punto e) non risulti altrimenti, si escludono ulteriori rivendicazioni da parte dell’acquirente, indipendentemente dalle motivazioni. Ciò vale in particolar modo per rivendicazioni relative a risarcimento di danni che esulino dalla cosa acquistata, per la perdita di utile e per rivendicazioni che non siano riconducibili alla difettosità della merce.
e) L’esclusione di responsabilità di cui al punto d) non vale nella misura in cui un’esclusione o una
limitazione della responsabilità per danni siano correlati a danni per la vita, per la persona o la salute, riconducibili a una violazione degli obblighi dolosa o negligente di un rappresentante legale o di
un ausiliario dell’utilizzatore. L’esclusione di responsabilità non vale inoltre nella misura in cui siano
concordate un’esclusione o una limitazione della responsabilità per altri danni, che siano riconducibili a una violazione degli obblighi dolosa o negligente dell’utilizzatore o a una violazione degli obblighi dolosa o negligente di un rappresentante legale o di un ausiliario dell’utilizzatore. Se l’Azienda viola un obbligo contrattuale sostanziale, la responsabilità non viene esclusa, ma è limitata al danno tipicamente prevedibile dal contratto. Si esclude inoltre ogni responsabilità ai sensi delle disposizioni di cui al punto d). L’esclusione di responsabilità non si applica infine anche in caso di assunzione di una garanzia e per garanzie riferite a una caratteristica, qualora proprio un vizio in essa ricompreso chiami in causa la responsabilità dell’Azienda. Per quanto concerne il rimborso spese, vale quanto esposto in precedenza in misura corrispondente.
f) La limitazione di responsabilità ai sensi dei punti b) e c) non trova applicazione nei confronti di un acquirente che corrisponda anche all’utilizzatore. La limitazione di responsabilità ai sensi dei punti d) ed e) trova applicazione nei confronti di un acquirente che corrisponda anche all’utilizzatore, con la condizione che la limitazione della responsabilità vale soltanto per rivendicazioni che riguardino l’indennizzo per danni.
g) Il periodo di prescrizione per le rivendicazioni per vizio della cosa decorre con la consegna della
merce all’acquirente.
h) Le consulenze dell’Azienda ai clienti, prestate a titolo gratuito e di cortesia, concernenti le applicazioni tecniche, sono offerte al meglio della conoscenza, declinando tuttavia qualsivoglia responsabilità. La consulenza non esonera l’acquirente dalla verifica personale, sotto la sua responsabilità, delle caratteristiche dei prodotti in relazione all’uso previsto. Trova inoltre applicazione il punto 8.e).

9. Diritto di pRossoezione, pRossoezione dei dati
a) In caso di realizzazioni speciali conformi a desiderata o modelli dell’acquirente, quest’ultimo garantisce all’Azienda che i disegni delle forme di realizzazione presentate non violano i diritti di terzi e che le forme di realizzazione non violano alcun diritto d’autore, diritto di pRossoezione di tipo pubblicitario o altri diritti di terzi. Qualora l’Azienda sia chiamata in causa per violazione di tali diritti, l’acquirente è tenuto a esonerarla da qualsiasi responsabilità.
b) Il venditore ha facoltà di memorizzare dati relativi alle merci e all’iter dei pagamenti con l’acquirente, di elaborarli e trasmetterli.

10. Luogo di adempimento, foro di competenza e Diritto applicabile
a) Il luogo di adempimento è fissato in Deggendorf.
b) Qualora l’acquirente sia un commerciante o una persona giuridica di diritto pubblico, per tutte le
rivendicazioni, presenti e future, aventi origine dal legame commerciale, inclusi crediti per sostituzione e relativi ad assegni, il foro di competenza sarà quello scelto dall’Azienda, D-94469 Deggendorf, oppure la sede dell’acquirente.
c) Viene riconosciuto lo stesso foro di competenza per azioni nei confronti di un commerciante, qualora all’interno del Paese dell’acquirente non sia presente nessun tribunale generale o qualora l’acquirente abbia trasferito, successivamente alla stipula del contratto, la propria residenza o la propria dimora abituale esternamente al Paese.
d) La relazione commerciale è assoggettata esclusivamente alla legge tedesca e alla giurisdizione tedesca. Si esclude espressamente l’applicazione della Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di compravendita internazionale di merci (CISG).
e) Nel caso di una traduzione in un‘altra lingua, sempre e solo la versione tedesca dovrà essere considerata quella legalmente valida.

Società

Una candela non è soltanto l’insieme dei suoi componenti: cera, stoppino e colore.

Per saperne di più

Green Candle

Wiedemann punta all’azzeramento delle emissioni di CO2 ed agisce di conseguenza a livello aziendale al fine di garantire un impatto zero sul clima.

Per saperne di più

Marchio di qualità RAL

Le nostre candele sono soggette al controllo dell’associa-zione di categoria registrata per la qualità delle candele. Il “marchio di qualità RAL” è garanzia di elevata sostenibilità ambientale e tutela della salute.

Prodotti e catalogo